giovedì 19 aprile 2012

Di premi e altri pensieri

Io e Casa Facile

Corie mi ha assegnato un premio che mi è piaciuto molto perché con l’intervista  permette di conoscere meglio le blog-amiche che mi circondano. Altro motivo per cui ringrazio Corie e di avermi un po’ scrollata. Sono giorni che con la scusa di leccarmi le ferite non scrivo, non vi leggo e mi sto lasciando trascinare sempre più giù dalle mie preoccupazioni e da quello che credo sia depressione.

Pubblicare questo post è per me un tentativo di reagire a tutto il buio che mi sento attorno (ma soprattutto dentro), mi sto obbligando a concentrarmi su qualcosa, a scrivere per rimanere viva e non affondare.
Voglio cogliere al volo la  corda che mi ha gettato Corie, farmi forte delle ultime forze che mi restano  e non mandarle sprecate. È così che con il massimo impegno, prima di assegnare a mia volta il premio, rispondo anch'io alle 10 domande di rito (vi confesso che ora invece di scrivere avrei voglia di piangere ma stringo i denti e cerco di non farlo).

Qual’é la tua rivista di moda preferita?
Non compro riviste di moda ma in compenso adoro quelle dedicate alla casa, proprio ieri mi è arrivata a casa una copia di CasaFacile e vorrei tanto abbonarmi, devo solo raccimolare i soldi per farlo.
Lo scorso anno ero abbonata a Casaviva, poi hanno cambiato un po’ il layout delle pagine e lo stile nuovo mi ha lasciato un po’ perplessa e non ho continuato a comprarla.
Mi piace fantasticare su quello che le case possono diventare, immaginare reale tutto il loro potenziale, non a caso la mia casa è in continua evoluzione.

Chi é il tuo cantante/band preferito?
Non ho un cantante preferito, dipende molto dal momento. Vado più ad ondate, per cui mi fisso con un cantante o con delle canzoni e vado avanti finche non mi passa. Preferisco comunque quelli italiani, di cui posso afferrare al volo e cantare le parole. Tra i miei preferiti Jovanotti e Biagio Antonacci.

Qual é la tua You Tube Guru Preferita?
Non sto così spesso al computer, se non per lavoro, e non frequento You Tube, almeno non ancora. È presto per rispondere.

Qual é il tuo prodotto make up preferito?
Matita nera (immancabile).

Dove ti piace vivere? 
Immersa nella natura. Ho bisogno del contatto con gli alberi e il cielo azzurro. Gli alberi mi consolano, mi danno serenità. Quando sono giù  penso al bosco vicino a casa dei miei, alle foglie mosse dal vento, alla casetta che mio fratello aveva costruito sull’albero e alle estati che ci ho passato nascosta, a studiare, a piangere e pensare.
La campagna è quello che fa per me.

Qual é il tuo film preferito?
Sono una romanticona e adoro i film d’amore, di quelli con il lieto fine perché, cavoli, almeno della finzione, il lieto fine ci vuole!  E se sono poco realistici chissenefrega.
Anche quelli strappalacrime hanno un certo fascino su di me. Mi commuovo facilmente, ho pianto anche guardando Up.

Quante paia di scarpe possiedi?
Non poche, ma mai abbastanza. Il mio sogno è poterne abbinare un paio ad ogni vestito che ho. Tempo fa stavo per buttarne un paio che ho comprato quando c’erano ancora le lire... Non ridete, ce le ho ancora e anche in buono stato... Ieri le ho messe e almeno tre persone mi hanno detto quanto erano belle e volevano sapere dove le avessi comprate.
120mila lire spese bene, e ammortizzate ancor meglio!
Per la cronaca sono delle Frau strepitose.

Qual é il tuo colore preferito?
Verde, ma non un verde qualunque. Odio il verde bosco e il verde pisello dei pennarelli che non è mai veritiero. Il mio è un verde che si trova raramente, ha un’anima country ma non pastello. Non è verde foglia e neanche pistacchio... Insomma non ve lo so descrivere ma è proprio quello lì.

Il premio da assegnare è questo qua:


Una vera dichiarazione d'amore nei vostri confronti!

Ora non vorrei tediare le mie amiche con le solite catene, poco gradite anche a me, ma lancio loro la palla  solo perché trovo gustosa l’idea dell’intervista a le invito a rispondere anche senza sentirsi in obbligo a girare a loro volta il premio. Dai, fatemi scoprire qualcosa in più di voi!
Ora tartasserò con il premio queste 10 amiche blogger (ora è un po' tardi e crollo dal sonno. Vi do tempo fino a domani per accorgervi del premio, poi passerò ad avvisarvi):

L’ho detto spesso, e lo credo ancora, che scrivere per me sia terapeutico. Mi fa stare un po’ meglio, allevia la tristezza e, soprattutto, tiene lontani dalla mia mente i pensieri cattivi, quelli duri a morire che mi tartassano anche di notte, quando la mia mente non è impegnata in qualcos’altro.
Scrivo per non morire dentro, per sentirmi meno sola, pensando che da qualche parte, lontano, qualcuno leggerà le mie parole...
Però quanto è faticosa ‘sta vita... a saperlo prima ci avrei fatto un pensierino sul fatto di venire al mondo...
AAA Ottimismo cercasi!
Tranquille, ogni tanto passa anche di qua.

30 commenti:

  1. Cara MMD, sono contenta che scrivere un post ti sia servito. Tantopiù che si trattavano argomenti leggeri.
    So dai tuoi precedenti post la brutta aria che tira al lavoro: spero che non ci sia altro, e mi rendo conto che questo comporta molta tristezza. non essere apprezzate lede la nostra autostima; é proprio questo a cui mira il mobbing.
    Ma tu devi farti forza: haivisto che capolavoro di figlia che hai????
    Bisogna trovare dei pensieri felici, e so che hai tanti motivi per trovarne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi era mai capitato un periodo così nero. Mi sento veramente affranta. non c'è rispetto, non c'è umanità né tanto meno buonsenso. C'è solo il gusto di essere cattivi, in maniera deliberata e gratuita.
      Ma non durerà per sempre giusto?
      Grazie ancora per il premio. Mi ha fatto bene.

      Elimina
  2. Io ti dico tre cose (ma solo perché tre è il numero perfetto):
    1) mentre leggevo pensavo alle mie possibili risposte alle domande, e pensavo che non le avrei scritte tutte nel commento perché per alcune risposte mi verrebbe fuori un post (sul mio rapporto con le scarpe, ad esempio);
    2) quando ho visto che mi passi la palla ufficialmente ho pensato: noo a me non piacciono le domande, ho appena "subito" un'intervista noo, però che emozione, sono stata premiata guarda che bel premio, questo sì che è un vero premio che si può assegnare, sì, spezzerò la catena, lo so, ma ricevere premi è sempre piacevole, grazie grazie :)
    3) accetto solo se prendi a scrivere tutti i giorni, anche parolacce, sfoghi, imprecazioni, vaneggiamenti vanno bene; il blog è terapeutico, sfogarsi pubblicamente aiuta, non solo per le parole carine che si ricevono da chi legge, che non sono scontate naturalmente, potrebbe arrivare il solito anonimo che scrive "ah che lagna che sei", e non avrebbe tutti i torti; il blog è terapeutico perché ad un certo punto passa il pensiero, non si risolve il problema, questo no (ma non è detto), ma la sensazione opprimente un po' passa, perché per un po' ti concentri su altro, sullo scrivere che ti piace, oppure ti incasini con l'inserimento di dieci link nel post che, te lo giuro, come distrazione vale molto di più del post stesso, bestemmierai ancora, ma per un altro motivo finalmente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok, ci proverò a scrivere tutti i giorni. Magari le parolacce le scrivo in un foglio e non le pubblico... penso che sarei capace di dirne veramente di brutte.
      Aspetto il tuo post sulle scarpe!

      Elimina
  3. Sfogati non rimanere in silenzio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo in casa non ci riesco. Voglio preservare marito e figli dai miei malumori e allora sto zitta e sorrido.
      Proprio stasera ho pianto al telefono con un amico, mi ha fatto bene tirare fuori un po' di lacrime, erano così amare... come dice Shrek... meglio fuori che dentro (anche se si riferisce a tutt'alto ha proprio ragione!)

      Elimina
  4. MMD manco da un po', ritorno e non ti riconosco...mi dispiace. Il blog serve, altroche' se serve! Io ne sono una prova vivente e chissa' quante/i.
    ti mando i miei baciuzzi e tanti tanti abbracci... possono servire? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, tutte le coccole e gli abbracci possibili ora sono molto graditi.

      Elimina
  5. GRAZIE DI CUORE di solito non continuo le catene : ) scusa, ma sono felice di questo premio che mi dai e di averlo scoperto senza venir avvisata. Mi spiace tanto per la tua depressione crisi lavorativa e spero solo lavorativa.
    Ti abbraccio col cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la crisi è solo lavorativa. Il problema è che sta intaccando la mia serenità a 360 gradi. Ma devo pur riuscire a venirne fuori. Sono alla ricerca della mia strada.
      Grazie di essere passata.
      Baci

      Elimina
  6. Grazieeee! Non so se riuscirò a continuare me ho gradito molto il tuo pensiero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente, mi piace molto seguirti. Era normale per me assegnarti questo premio.

      Elimina
  7. Ti ringrazio per aver pensato a me, farò il gioco in settimana. Ti scrivo in privato.Un bacio!

    RispondiElimina
  8. Grazie tantissimo per questo premio! Mi fa piacere essere tra i blo che ami..? Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente, sono stata un po' assente ma sono tornata a leggervi un po' tutte.

      Elimina
  9. Grazie per il premio, mi fa piacere sapere che ami il mio blog. Un blog non è niente senza i suoi lettori, quindi il premio dovrei dartelo io. Proverò di seguire la catena o almeno di fare il giocco. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me le catene non piacciono molto, ma rispondere alle domande è stato carino.
      baci

      Elimina
  10. Grazie! Cercherò di uscire dal mio tunnel e scrivere un post! Bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che pizza tutti questi tunnel che ci troviamo ad attraversare. Dai che insieme vedremo la luce prima o poi!
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Il premio lo ritirerò appena avrò la mente un po' sgombra, per adesso ti dico grazie, grazie per la dichiarazione d'AMORE! Però, però non posso ignorare le righe con cui apri il post... e non so come consolarti. Perchè la società ci ha ficcato in testa valori assurdi e quando qualcosa non va come vorremmo andiamo in tilt e aiuto aiuto... ricordati però che tu non vivi per lavorare, e non sei il tuo lavoro. Tu sei, qualsiasi cosa accada. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il conforto. Sto cercando di reagire, dentro ho una voglia di urlare di mandare tutti a quel paese... avrei così tanta voglia di lasciare questo posto... se solo non dovessi mantenere una famiglia. Comunque hai ragione tu io sono indipendentemente dal mio lavoro.

      Elimina
  12. Ciao arrivo qui da te per la prima volta...ma arrivo in un momento cupo...e me ne dispiace...posso dirti che anch'io ho un passato un periodo lavorativo in cui mi ha buttato in una profonda depressione ... ma il fatto di avere un marito e un dolcissimo figlio...ho dovuto lottare per venirne fuori e ho vinto e aprire un BLOG mi ha aiutato tantissimo!!! Finalmente è tornato il sereno!!
    Spero che presto torni il sereno anche per te. Un abbraccio da una tua nuova lettrice!!! CLAUDETTE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e benvenuta!
      Io continuo a ripetermi che non può piovere per sempre.

      Elimina
  13. anch io ho pianto guardando UP

    RispondiElimina
  14. Non mollare MMD! MAI! Ti abbraccio (ma anch'io ho pianto guardando UP..come si fa a non commuoversi?):)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho intenzione di mollare, devo trovare il modo di ricaricarmi. Sono in ferie fino a venerdì, chissà, forse ci riesco.
      Grazie per il sostegno
      baci

      Elimina