martedì 10 dicembre 2013

Papa Francesco ammonisce contro i falsi idoli


Papa Francesco: no all'idolo del profitto, ridare “cittadinanza sociale” alla solidarietà
“Seguire gli idoli del potere, del profitto, del denaro, al di sopra del valore della persona umana, è diventato norma fondamentale di funzionamento e criterio decisivo di organizzazione. Ci si è dimenticati e ci si dimentica tuttora che al di sopra degli affari, della logica e dei parametri di mercato, c’è l’essere umano e c’è qualcosa che è dovuto all’uomo in quanto uomo, in virtù della sua dignità profonda: offrirgli la possibilità di vivere dignitosamente e di partecipare attivamente al bene comune”.

Ecco, appunto!
*scommetto che nei prossimi giorni tante persone si faranno belle riempendosi la bocca con queste parole, ma il loro cuore e le loro azioni andranno in tutt'altra direzione.

lunedì 9 dicembre 2013

In attesa del Natale

Calendario dell'Avvento: Step 1
Memore del ritardo accumolato lo scorso anno, quest'anno mi sono mossa per tempo ed il primo dicembre i miei bimbi hanno avuto il loro calendario dell'avvento!
Facile e veloce da realizzare, ha richiesto l'impiego di:
- 6 stampelle di metallo
- spago per legarle tra di loro
- fiocchi rossi e campanellini bianchi
- una stella faidate realizzata con spiedini di legno e spago bianco
- 24 mollette di legno per il bucato
- nastri washi tape per renderle più vivaci
- 24 bustine


Calendario terminato, devo solo di appendere qualche bustina

Ogni giorno Elly e Pilo trovano un messagio natalizio nella bustina e, se sono stati buoni e si sono comportati bene, anche un piccolo regalino.
Felice attesa a tutti
Cri

lunedì 21 ottobre 2013

Domenica fai da te… finalmente

Erano giorni che sognavo di avere un po’ di tempo per realizzare piccoli progetti decor ispirati alla stagione e finalmente ieri ci sono riuscita!


Ho dipinto una piccola zucca che avevo fatto essiccare lo scorso anno
 


Ho realizzato una zucca con un libro destinato al macero (non me ne voglia il mio amico Jo che ama i libri al pari di me. A mia discolpa posso dire che non era mio, una persona me lo ha dato perché non gli piaceva l’autore e, non piacendo né a me né a PapiTF, in casa non l’avremmo mai letto) 


Contagiata da mia sorella, ho ripreso in mano i ferri dopo almeno 20 anni e ho copiato un’idea da una foto di Marina , alias Gallinella bianca, spero non me ne voglia!
 

 L’idea delle lanterne di lana mi sta davvero prendendo, e se…
Ma vedremo, Natale è ancora lontano!

Buona settimana a tutti
Cri - mmd

lunedì 14 ottobre 2013

Mi sono persa...


... nel mare di Pinterest.
È per questo che ultimamente sono latitante e non pubblico nel blog. Ma la mia assenza è giustificata: il poco tempo libero che ho avuto l'ho passato a saltare da una bacheca all'altra. Ancora non sono molto pratica ma mi piace già tanto. Un ottimo sistema per mettere da parte tante idee, trovare spunti e ispirazioni. 
Se volete venirmi a trovare sono qui!
Buon inizio settimana a tutti.
Cri - mmd

venerdì 27 settembre 2013

Sfida Alfabeto: aggiornamento




Terminato il libro di Albahari, come secondo libro della sfida alfabeto ho scelto la lettera M.
La ragazza dello Sputnik di Haruki Murakami è libro che ho ora tra le mani.
A raccontarci la storia è un giovane senza nome, prima studente, poi maestro elementare, innamorato di Sumire innamorata di Myu. E così i destini dei tre protagonisti si inseguono ma non si congiungono mai, simili a satelliti alla deriva per l'eternità (dalla quarta di copertina).
Al momento il mio elenco aggiornato, suscettibile di sempre nuove integrazioni e trasformazioni, è questo:

A
David Albahari – LudwigLetto (voto **)

B
Simone de Beauvoir – Una donna spezzata

C
Barbara Constantine – E poi, Paulette...

D
Matthew Dicks – L’amico immaginario

E

F

G
Chiara Gamberale – Quattro etti d’amore, grazie

H

I

J

K

L
Charlotte Link – La casa delle sorelle

M
Haruki Murakami – La ragazza dello sputnik (in lettura)

N
Amélie Nothomb – Dizionario dei nomi propri

O

P
Orhan Pamuk – Il signor Cevdet e i suoi figli

Q

R
Luca Ricci – L'amore e altre forme d'odio

S
José Saramago – La zattera di pietra

T

U

V

W

X

Y

Z
Zoran Zivkovic – Sei biblioteche

Sempre lieti i vostri suggerimenti!
Cri - mmd

mercoledì 25 settembre 2013

lunedì 23 settembre 2013

Progetti e piccoli tesori

Mentre procedono i lavori per la nuova cameretta di Elly

tante nuove idee continuano ad affollare la mia testa
e scovare piccoli tesori come questo


non fa che allungare la mia lista delle cose da fare!

Buona settimana a tutti

mercoledì 18 settembre 2013

DIY: albero candeliere


Vi ricordate del contenitore di latta?
Ecco cosa ne è stato.
È diventato la base di un albero!
Dopo averlo verniciato con la pittura lavagna, l'ho riempito di bellissimi sassi bianchi raccolti qualche anno fa a Rodi Garganico e vi ho inserito un legno di deriva trovato sulle spiagge cilentane.


Qualche vasetto di vetro dello yogurt, cordoncini colorati e bianche tea light hanno fatto il resto.



E voilà il mio “albero della luce”.


Mi piace tanto, non solo perché l'ho fatto io, ma perché mi permette 
di conservare i miei cimeli estivi senza che PapiTF si arrabbi.


Ho la mania incurabile di raccogliere sassi in vacanza – ne ho ancora qualche chilo da sistemare non so dove – cui dall'anno scorso di è aggiunta la raccolta legnetti e, quest'anno, anche un vecchio fiasco di vetro.
Quel che è peggio che l'ho attaccata anche ad Elly e Pilo!
Ah, quasi dimenticavo, questo è il mio alberino di notte


Perdonate la qualità delle foto ma sono tutte fatte con il cellulare... ma finché non divento una fotografa...

lunedì 9 settembre 2013

Lavori in casa mmd

In casa mmd i lavori non finiscono mai.
A volte ci vuole tempo e pazienza perché è complicato conciliare lavoro, hobby e vita familiare e devo trattenere la smania di veder finito tutto e subito.
Altre volte mi stufo della disposizione degli arredi ed ho voglia di stravolgere tutto.
Altre ancora, quando finalmente termino qualcosa, ho subito voglia di gettarmi in un nuovo lavoro.
É così che mi ritrovo in perenne “cantiere”!
Intanto la camerette di Elly è di fatto quasi finita, ci stiamo occupando delle finiture...

Elly all'opera per una cameretta da principessa
... ho anche un'idea per decorare la parete davvero deliziosa, ma per quella dovrò aspettare.
C'è poi un barattolo in via di trasformazione per diventare la base di un “albero”...

Contenitore in latta per olio acquistato in un brico
... e uno sgabello bisognoso di cure cui mi sto dedicando. 

 
Era di mio nonno e vorrei renderlo di nuovo utilizzabile
Spero di postare presto i lavori finiti.
Buona settimana a tutti
Cri - mmd

giovedì 5 settembre 2013

Libri e parole


Nel corso delle mie letture incontro molte frasi e citazioni che mi colpiscono, mi commuovo o semplicemente mi fanno sorridere.
Le sottolineo con la matita, segno la pagina e me le appunto in seconda di copertina.
Quando leggo devo avere sempre a portata di mano una matita, per non perdere citazioni come questa:
“Mio nonno una volta mi disse che ci sono due tipi di persone: quelli che fanno il lavoro e quelli che si prendono il merito. Mi disse di cercare di rientrare nella prima categoria:c’è molta meno concorrenza”.
Indira Gandhi

Se volete scoprire dove l’ho letta cercate qui.
Cri-mmd

martedì 27 agosto 2013

S.O.S. zucchine


Il nostro orticello - primi giorni di cure con PapiTF ed Elly
Spero davvero ci sia qualche lettrice di passaggio in grado di aiutarmi.
Quest'anno, chiedendo in prestito un piccolo pezzetto di terreno incolto al nostro vicino, io e PapiTF abbiamo creato un orticello e seminato tante belle piantine.
Con nostro stupore è stato un prolificare di ortaggi che mai ci saremmo aspettati, zucchine in testa.
Avendone così tante e non potendone più di mangiare zucchine a pranzo e a cena, ci è venuta la brillante idea di conservarle per l'inverno facendo dei vasetti sottolio.
E qui nasce il problema per cui sono a chiedervi aiuto.
Giuro che ho seguito passo passo la ricetta di ben due libri su come fare le conserve (per farla breve: ricoperte di sale per 3-4 ore; bollite per 3 minuti in aceto e pepe; fatte asciugare e poi disposte a strati nei vasetti con olio, aglio e spezie) eppure... le mie zucchine risultano immangiabili!
Sanno in maniera terribile di aceto e sale, un mix che una volta messo in bocca fa accapponare la pelle. Che terribile spreco di tempo, cibo e denaro!
C'è qualcuna di voi che sa spiegarmi dove ho sbagliato o che può darmi una ricetta più precisa?
Vorrei ritentare l'esperimento con le ultime rimaste.

Cri – mmd – agricoltrice in erba!

lunedì 19 agosto 2013

Di buoni propositi e letture: leggere tutti… dalla A alla Z


Non so per voi, ma per me l’anno nuovo inizia a settembre. Vuoi per via della scuola dei bambini, vuoi per il lavoro che faccio, ma tutto nel mio quotidiano ricomincia a settembre per poi andare in pausa a luglio.
E visto che ormai mancano pochi giorni a settembre già sto rimuginando sui miei buoni propositi per l’anno nuovo.
Buoni propositi… letterari!
Lo scorso anno aderii ad una sfida di lettura che poi si rivelò essere per me una gabbia troppo stretta. Il regolamento imponeva tra le varie e rigide regole, generi molto diversi e io non sono più riuscita a starci dentro. La narrativa è il genere che prediligo, anche se ultimamente mi sono aperta alle guide. Raramente leggo saggi e poesie.
La cosa non andò (forse perché la sfida iniziava a gennaio anziché a settembre?!?) e con la coda tra le gambe abbandonai (vedi qui) anche se, devo ammettere, l’idea di una sfida di lettura mi alletta ancora, la trovo molto stimolante.

Per questo ho deciso di lanciarmi in una sfida tutta mia, assolutamente personale il cui obiettivo è scoprire e leggere nuovi autori. L'idea mi è venuta quando ho scaricato l'app Bibliophilia sul mio cellulare ed ho iniziato a catalogare i libri di casa.
Le regole di Leggere tutti... dalla A alla Z saranno semplicissime e facili da rispettare:
- scovare un autore mai letto per ogni lettera dell’alfabeto e leggere un suo libro. Non è necessario seguire il rigoroso ordine alfabetico.
- vale qualunque genere (anche se so già dove andrò a parare!)
- sono ammessi autori già conosciuti – senza esagerare – solo se di questi si è letto un solo titolo, in modo da approfondirne la conoscenza senza cadere nella tentazione di leggere sempre i soliti e preferiti.
- l’elenco delle letture può essere fissato fin da ora ma può essere cambiato come e quando si vuole, l’importante è scoprire 26 nuovi scrittori.
- dare un voto da 1 a 5 al libro che si è letto e magari fare una piccola recensione
- durata della sfida: 1 anno: dal 1 settembre 2013 al 31 ottobre 2014


Che ve ne pare?
Un modo insolito per scegliere le proprie letture me questa volta conto di riuscirci. Se vi fa piacere potete unirvi a me, mi sentirò meno sola!

Questa, al momento, è la mia readlist, sono ben accetti consigli per completarla


A

B

C
Barbara Constantine – E poi, Paulette...

D
Matthew  Dicks – L’amico immaginario

E

F

G
Chiara Gamberale – Quattro etti d’amore, grazie (autore già conosciuto con L’amore quando c’era)

H

I

J

K

L
Charlotte Link – La casa delle sorelle

M

N
Amélie Nothomb – Dizionario dei nomi propri (di cui ho già letto Metafisica dei tubi)

O

P
Orhan Pamuk – Il signor Cevdet e i suoi figli (di cui ho già letto Il museo dell'innocenza)

Q

R

S

T

U

V

W

X

Y

Z
Zoran Zivkovic – Sei biblioteche

venerdì 9 agosto 2013

Lavori in corso




La sfida: rendere questo caos una cameretta
pratica ed accogliente
 
Archiviato il capitolo ferie (poi alla fine a PapiTF le hanno concesse e abbiamo trovato il modo di godercele), ho scoperto che tenermi occupata, mente e corpo, è una gran cura contro lo stress da rientro, contro colleghe noiose e giornate lavorative lente, afose e interminabili.
Avere un progetto in testa e attivare le mani è la mia parole d'ordine del momento. 
E di progetti ne ho giusto uno per le mani.
Un po' perchè a settembre anche Pilo andrà a scuola, un po' per gestire meglio le messe a letto e le liti che scoppiano come niente, abbiamo deciso di dare ai pargoli due camere separate, perché ognuno possa avere il proprio spazio per fare i compiti e giocare.
Elly abbandonerà il letto a castello e avrà una nuova cameretta. Quella destinata ad accoglierla finora è stata la nostra stanza-confusione, dove parcheggiavamo di tutto, dai giochi allo stendino ai panni da stirare (ma non c'è bisogno di dirlo, la foto sopra parla da sola).
Già da un mese la principessa a preso a dormirci perché è la stanza più fresca della casa, ma in mezzo a tutta quella confusione non riesco più a vederla.


Domani per lei sarà il gran giorno: andremo a comprare - inutile chiedermi dove!! - la scrivania bianca e rosa che desidera e delle mensole e, mentre PapiTF provvederà al montaggio, il mio compito sarà far sparite tutto ciò che non serve e trovare il modo di farci stare tutta la roba di Elly. Ancora devo capire come riorganizzerò la casa. Senza una stanza di sgombro sarà più complicato, dovrò trovare nuovi spazi indispensabili.
Sono giorni che rimugino e giro e rigiro casa mentalmente alla ricerca di angoli poco sfruttati cercando di capire come trasformarli e in qualche modo ce la farò!
Ora la cosa che mi eccita di più è l'acquisto, ok non saranno spese folli ma quale donna non si eccita di fronte alla scritta gialla e blu?!
Non vedo l'ora di vedere cosa verrà fuori.
Buon week end a tutti!

Cri - mmd

giovedì 18 aprile 2013

Elucubrazioni serali


Mi capita, a volte, di chiedermi se chi ho davanti abbia davvero un cuore, un cervello e dei sentimenti, se sia davvero appartenente alla razza umana.
Mi guardo intorno e vedo arroganza, presunzione e indisponibilità.
Mi metto in ascolto e non odo risposte, nessuno che ti racconta chi è o cosa fa, solo quanto ha e quanto conta, quanto valgono le sue quotazioni sociali.
Ognuno che coltiva il suo piccolo orticello incapace di condividere.

In questi giorni mi è capitato di tornare ad ascoltare alcune canzoni di Jovanotti che al di là del ritmo piacevole mi fanno pensare, mi interrogano, mi consolano a volte.
Noi siamo l'elemento umano della macchina e siamo liberi sotto le nuvole dice lui, ma sarà poi vero? Sarà vero per tutti?
Se la macchina ti fagocita e ti centrifuga nel sistema non riesci più a scorgere il tuo lato umano.
Ultimamente resto spesso delusa dalle persone e dai finti rapporti che portano avanti.
Ho scoperto che i bulletti delle medie si trasformano in bulli adulti sul posto di lavoro, che la richiesta di omologazione da cui cerco di proteggere i miei figli è in agguato anche in ufficio.
Nessuno che pensa più con la sua testa, meglio allinearsi con il sistema, meno rischioso.
A tutte queste persone vorrei chiedere, sempre prendendo in prestito le parole di Jovanotti:

Hai le costole e in mezzo alle costole che cosa c'è?
Hai le vene e dentro alle vene che cosa c'è?
Hai le vertebre e dentro alle vertebre che cosa c'è?
Hai i polmoni e dentro ai polmoni che c'è?

E voi? Spero che il vostro sia un mondo incantato!

sabato 13 aprile 2013

Ora leggo: Fucking monday


Questo fine settimana lo dedicherò alla lettura di questo libro. Spero di trovarci consigli e strategie per cambiare il clima in azienda. Vediamo se riesco a smascherare e contrastare i vari str.. che popolano il mio ufficio!
Se siete curiosi, trovate tutti i dettagli del libro nel mio piccolo reading corner.

Buon week end

venerdì 29 marzo 2013

Candidi tulipani country


Candidi tulipani di carta
Sto preparando una sorpresa per una mia amica. Tra qualche giorno ci sarà il battesimo del suo bambino e so che a lei erano piaciuti molto i tulipani-chupachups che avevo realizzato per il compleanno di Elly e che potete rivedere qui.
Aveva anche pensato di realizzarli come bomboniera ma l'idea è stata scartata dal marito. L'ho aiutata allora a trovare un altro oggetto che donerà ai suoi ospiti ma non le ho detto che avrà ugualmente i suoi tulipani!!
Per riprendere la mano ed esercitarmi un po' ho realizzato un piccolo bouquet dai toni country che ora fa bella mostra di se sul cassettone dell'ingresso.
Scusate la foto terribile, imparerò prima o poi a farne di decenti? Dubito sul serio.

Ho già preparato i quadrotti di carta e subito dopo Pasqua devo mettermi all'opera, ne occorreranno almeno una quarantina, se dovesse poi decidere di usarli come segna posto. I suoi ovviamente saranno tutti colorati, è la festa per un bambino e voglio che creino un'atmosfera gioiosa.

Che dite questa foto è meglio? Naaa! Sono una frana! Non c'è profondità, non c'è emozione. Uffa!

Fortuna il soggetto che salva lo scatto!

mercoledì 20 marzo 2013

A.A.A. Camera da letto vendesi


La mia camera da letto è bellissima, robusta, in vero legno di ciliegio naturale, una testata originale con vano dotato di ante scorrevoli e mensole interne in legno, i comodini sospesi con cassetto.
La mia bellissima camera da letto, comprata al momento del matrimonio, era perfetta per l'appartamento in cui abitavamo all'epoca ma ora mal si sposa con la casa in cui abitiamo.
Di questo sono convinta perché anche PapiTuttoFare la pensa allo stesso modo.
Per questo, dopo 10 anni di onorata carriera abbiamo deciso di disfarcene, non senza dispiacere.
La voglia di rinnovamento ora ha preso il sopravvento e la primavera ci ha messo ancora più fretta.

Non è che per caso conoscete qualcuno a cui serve una camera da letto usata?
Se siete curiosi o interessati potete contattarmi anche via e-mail, vi fornirò dettagli, foto e prezzo.

mercoledì 13 marzo 2013

Un premio per me!

 
Wow non posso crederci, era un sacco che non ne ricevevo!
Ad assegnarmelo è stata la mitica Ninin. Grazie cara ne sono molto felice e a mia volta provvedo ad eseguire il compito.
 
Dunque, le regole sono queste:
 1. Copiare il premio in un post - fatto
 2. Ringraziare la persona che ti ha nominato - fatto
 3. Raccontare sette cose di sé - le trovate qui sotto
 4. Assegnare il premio ad altri sette blogger e farglielo sapere con un commento - idem, guardate in fondo

7 cose di me
1. Sono sempre stanca ma trovo la forza di fare tutto
2. La mia capacità di sclerare e trasformarmi in Hulk è direttamente proporzionale all'amore che nutro per le  mie due terribili pesti (è una lotta senza fine)
3. Il cielo azzurro è la mia medicina contro tristezza e malumore
4. Ho paura del buio anche se dico ai miei bimbi che è sciocco averne (tanto loro non lo sanno)
5. Odio dormire da sola (per questo ho sposato PTF e quando lui non c'è accolgo i pargoli nel lettone!)
6. Mi commuovo sia che guardi un film sia che legga un libro (e PTF mi prende in giro per questo)
7. Credo nelle persone e continuo a farlo, nonostante molte di loro mi deludano; sono convinta che seminare un po' di bene serva sempre e comunque

7 beautiful blogger
I miei vincitori sono:
Sara e i suoi imperdibili post - http://www.mammachetesta.com/
Nina e la sua mamma - http://inviaggioconnina.blogspot.it/
Piccies e il suo mondo incantato - http://picciesdecor.blogspot.it/
La bravissima Annarita - http://labottegadellalchimista.blogspot.it/
Federica e i suoi lavoretti da sogno - http://www.countrykittyland.com/
Paolo, uno dei pochi uomini-blogger che leggo - http://dellegioieedellepene.blogspot.it/
La creativissima mami - http://mamichipscrafts.blogspot.it/

Purtoppo devo fermarmi qui, avrei continuato volentieri.
Ora vado a consegnare i premi!

mercoledì 6 marzo 2013

Primavera in arrivo

Primo esperimento della stagione
6 marzo - la mia voglia di primavera è ufficiale.
Devo pensare a come accoglierla e quali sorprese farle trovare.
Inizio con questi piccoli tulipani.
Li ho scelti perchè erano ancora chiusi e li ho portati a casa con me.
Voglio vederli sbocciare, chissa di che colore saranno?!
Si intoneranno con l'etichetta che ho realizzato per loro?




lunedì 4 marzo 2013

Sacchetto portanastro a 4 mani



Sabato mattina, cosa c'è di meglio di un lavoretto a 4 mani con la mia piccola per iniziare il week end?
Elly fa ginnastica ritmica e da poco abbiamo acquistato il nastro. L'inconveniente del nastro è che poi non si sa mai come fare per tenerlo in ordine e piegato. Per questo abbiamo deciso di realizzare il sacchetto che vedete qui sotto

Il nostro sacchetto appeso
alla nostra ultima creazione,
la mega lavagna

Il tutto ha richiesto pochissimo tempo: basta avere un'assistente che prende le misure (6 cm più lungo del nastro piegato e il doppio della larghezza del nastro più 2 cm per le cuciture)...

Elly all'opera che disegna

... e tagli il rettangolo...

e ritaglia

... e una mamma che cucia il tutto e ci metta un bel fiocco!

Il lavoro finito

Ed ecco la mia piccola (ancora in pigiama) con il suo sacchetto nuovo!!

Elly che posa con la nostra opera finita

sabato 23 febbraio 2013

Lavagna fai da te

Eccola, non è bellissima?!
La sognavo da tempo, la volevo per me, per i miei bimbi, per giocare e scarabocchiare in libertà e alla fine ce l'ho fatta!
Tutto ciò, va detto subito, non sarebbe stato possibile senza l'aiuto di PapiTuttoFare e la sua maestria con gli attrezzi. E si, perchè quando ci siamo resi conto di quanto costava una lavagna vera, abbiamo deciso di farcela da soli. I passaggi sono davvero semplici.
1. Trovare la parete adatta e decidere le misure. Io mi sono messa a ridere quando PTF mi si è presentato a casa con un pannello A3: io la volevo grandissima, più grande possibile. Quella che vedete qui sotto misura all'incirca 110x120 cm.
2. Comprate un pannello dalla superficie più liscia possibile - noi abbiamo abbiamo acquistato uno di quelli che solitamente trovate come retro degli armadi, così non abbiamo avuto bisogno di passare la carta vetrata -  e della pittura lavagna. Oltre che nera la si trova in più varianti di colore e anche magnetizzata. La nostra è semplicemente nera.

3. Passate due mani di vernice (cosa che ho fatto io con le mie manine di fata), passando la vetrata più fine che trovate dopo ogni passaggio quando la vernice è asciutta (cosa che ho lasciato fare a PTF).
4. Per la cornice abbiamo acquistato e coloroto con del mordente noce antico delle stecche di legno tagliate a misura.
Ed eccola a far bella mostra di se nel mio micro craft corner (purtroppo non arriverò mai ad avere una craft room tutta per me, a meno che non cambiamo casa!) che abbiamo ricavato in cucina.
Il mio micro craft corner e la mia mega lavagna
Ovviamente poi occorrono tanti gessetti colorati e cancellino!!

lunedì 11 febbraio 2013

Un costume per Pilo: da goccia a...

Particolare del costume di carnevale di Pilo
Il giorno della festa alla materna è arrivato e domani Pilo avrà il suo vestito ispirato all'acqua.
L'idea iniziale della goccia, per quanto carina, non ha avuto grande effetto su Pilo e poi, a pensarci bene, rischiava di sembrare più un puffo che una goccia d'acqua. Ragion per cui, pensa pensa pensa, siamo arrivati ad un'altra idea, più laboriosa ma anche più simpatica: un acquario! Si, Pilo domani si vestirà da acquario. Avete presente le bocce dei pesciolini rossi? Proprio una quelle è ciò che abbiamo provato a realizzare. 

Anche in questo caso l'ispirazione mi è venuta aprendo l'armadio (che abbia l'armadio anziché la borsa di Mary Poppins?!): una vecchia mantellina parapioggia inutilizzata ormai da anni è diventata la nostra boccia.
1. ho tagliato la parte eccedente prendendo a modello una canotta di Pilo e l'ho girata perché non si vedesse il disegno dell'amato orsetto. 
2. l'ho cucita sui fianchi dandogli una forma arrotondata per farla assomigliare ad una boccia.
3. ho ritagliato ed incollato/cucito un vecchio castello sommerso, delle alghe e tanti pesciolini di stoffa colorati con le loro bollicine

Abbiamo quasi finito...

Questo è il davanti, cui devo solo aumentare un po' lo scollo...

... ed ecco il davanti...

... questo è il dietro, con i pratici bottoni per infilarlo a mo' di grembiule...

mamma mia quanti pesci!

... e questo è Pilo felice del suo bel costume che, come ha sottolineato lui stesso, rappresenta anche il suo segno zodiacale (è quasi arrivato anche il suo compleanno, domenica compirà 6 anni!)

 
Divertiti amore mio!

P.S. Ora vado a sistemare lo scollo altrimenti domani si strozza!



martedì 5 febbraio 2013

Un costume per Pilo


Alla fine l'idea è venuta. Martedì prossimo alla materna di Pilo faranno la festa di carnevale e il tema dato dalle maestre per quest'anno è l'acqua.
Che ne dite di Pilo vestito da dolce gocciolina?
Domani dovrò mettermi all'opera e - se mi avanza un po' di tempo - posterò il tutorial.
Intanto ho già in mente l'occorrente:
- carta da cartamodello
- tessuto azzurro
- maglietta bianca o azzurra
- leggins neri (o bianchi? Non so ancora)
- forbici
- ago e filo

A presto

mercoledì 30 gennaio 2013

Carnevale: maschera da spaventapasseri


Elly Spaventapasseri
Alla fine ad Elly l'idea dello spaventapasseri è piaciuta molto e oggi pomeriggio andrà vestita così alla festa organizzata dalla sua compagnetta.
"Confezionare" l'abito è stato facilissimo e non ho dovuto comprare nulla, avevamo già in caso tutto quanto serviva.

La camiciola
Per realizzarla ho preso una vecchia tovaglia logora, ci ho appoggiato sopra una camiciola di Elly per le misure, l'ho tagliata e cucita



Per realizzare le asole ho usato una bucatrice ad un foro e poi ho chiuso lo scollo con del grosso spago



Pantaloni
Elly ne aveva già un paio da rattoppare e io ho provveduto con delle toppe colorate, e voilà


Cappello
Giaceva inutilizzato nell'armadio da non so più quanti anni. È bastato attaccarci dei pezzetti di fettuccia a mò di capelli


Elly ha scartato l'idea delle bretelle perchè le rovinavano la camicia e quella della paglia perchè le dava prurito!
E poi giocando l'avrebbe persa a destra e a manca.

Trucco
Un po' di rossetto sulle labbra, ombretto colorato per le gote, dell'arancio sul nasino, matita nera e il gioco è fatto


Divertiti Elly!